domenica 30 ottobre 2011

Una sciarpa per Halloween

In realtà speravo di postare un ricamo a punto croce che ho iniziato qualche giorno fa, in tema con Halloween (zucche, pipistrelli, gatti neri...), ma ahimè il lavoro mi sta rendendo molto difficile finirlo in tempo. 
Così ho deciso di farvi vedere un lavoretto a maglia che ho fatto l'anno scorso, una sciarpa di mohair di un bel color arancione, che sa di passeggiate nei boschi, di foglie, di autunno, di zucche, e anche di Halloween! È sofficissima e calda, nonostante sia molto fine. Pensate che l'ho confezionata con la lana di un maglione che mi fece mia nonna taaanti anni fa, che non mi andava più bene perché era diventato troppo largo (eh sì: col tempo mi sa che mi sono... rimpicciolita!). Il punto che ho usato è il legaccio, semplicissimo: si lavorano sempre solo ferri dritti. Ha anche il vantaggio di evitare che i lati del lavoro si arriccino, quindi è perfetto per le sciarpe.
(Nella foto, Amilcare indossa la collezione autunno inverno 2011-2012, accessori.)

giovedì 27 ottobre 2011

Muffin al cioccolato e arancia


Perbacco! È passata la mezzanotte, ma io ho un languorino… Sarà che ho l'influenza (che, com'è noto, ha da combattersi mangiando), sarà che ho lavorato finora, fatto sta che non mi spiacerebbe affatto avere sotto mano (e sotto i denti!) uno di questi muffin. Purtroppo, però, li ho preparati qualche giorno fa, e inutile dire che oramai son già tutti finiti, e da un pezzo! Ma si fanno in un baleno, e quindi mi sa che prossimamente ne cucino degli altri.


Intanto vi do gli ingredienti (sono gli stessi dei muffin «base», che ho trovato sul sempre bellissimo blog di Eli) con l'aggiunta del cioccolato e della scorza d'arancia:

• 280 gr di farina
• 10 gr di lievito
• 160 gr di zucchero
• 4 cucchiai di cacao in polvere dolce
• 1 pizzico di sale
• 280 ml di latte
• 1 uovo
• 80 gr di burro
• una bella grattata di scorza d'arancia

Per la preparazione, vi rimando al mio post con la ricetta dei muffin «base».
Potete renderli più… eleganti con una spolverata di zucchero a velo.
Se preferite, potete anche non mettere la scorza d'arancia grattugiata nell'impasto e invece tagliarli in due nel senso della larghezza e spalmarci in mezzo della marmellata di arance: è una squisitezza!

Buona merenda (di mezzanotte…?)

domenica 23 ottobre 2011

Falafel

Ecco  un piatto semplice da cucinare, a base di ceci, completamente vegano, un po' diverso dal solito e decisamente stuzzicante! Per la ricetta, ringrazio il Negozio Leggero, che vende una vastissima gamma di prodotti alimentari, cosmetici e per la pulizia, tutti «sfusi», in modo da non inquinare il mondo con la plastica degli imballaggi. In questo negozio, oltre a paste, risi, legumi, cereali, farine, detersivi, latte (crudo), uova, vino ecc., si possono trovare anche tante buone ricettine.




Ingredienti:

• 2 tazze di ceci secchi
• 1 cipolla
• 1 spicchio d'aglio
• prezzemolo
• sale
• 1/2 cucchiaino di coriandolo
• 1/2 cucchiaino di cumino
• pepe macinato
• olio per friggere





Tenete in ammollo i ceci per una notte in acqua fredda. Sciacquateli e passateli nel mixer con la cipolla, l'aglio e il prezzemolo. Condite il composto con il sale e le spezie e lasciate riposare 20 minuti. Con questo impasto modellate delle palline da friggere nell'olio caldo per circa 8 minuti (e in genere finché non siano belle dorate).

Nella foto vedete i miei falafel accompagnati da: salsa di melanzane, panini arabi e tzatziki. Se volete le ricette di queste salse e dei panini... rivolgetevi al Pupo, visto che li ha preparati lui: magari così si deciderà a metter su un blog di cucina!!!

sabato 22 ottobre 2011

Pera all'uncinetto (amigurumi)

Guardate che bella fruttiera avevo in cucina qualche giorno fa. Poi il Pupo e io
ci siamo mangiate tutte le pere, e non ne è rimasta più nessuna. 


... No! Un momento! Una sì che è rimasta. Sfido: era fatta all'uncinetto!
Vi do le istruzioni, che ho tradotto da questo sito.

Per la pera:
Riga 1: Cominciate con il marrone e fate 2 cat, 6 mb nella 2a cat dall'uncinetto.
Passate al verde scuro:
Riga 2: 2 mb in ogni mb (= 12)
Riga 3: *1 mb, 2 mb nella mb successiva* tutt'intorno (= 18)
Riga 4: *2 mb, 2 mb nella mb successiva* tutt'intorno (= 24)
Riga 5: *3 mb, 2 mb nella mb successiva* tutt'intorno (= 30)
Riga 6: *4 mb, 2 mb nella mb successiva* tutt'intorno (= 36)
Riga 7: *5 mb, 2 mb nella mb successiva* tutt'intorno (= 42)
Righe 8-14: 1 mb tutt'intorno (= 42)
Passate al verde chiaro:
Riga 15: *5 mb, 1 mb lavorando insieme 2 mb* tutt'intorno (= 36)
Riga 16: 1 mb tutt'intorno (= 36)
Riga 17: *4 mb, 1 mb lavorando insieme 2 mb* tutt'intorno (= 30)
Riga 18: 1 mb tutt'intorno (= 30)
Riga 19: *3 mb, 1 mb lavorando insieme 2 mb* tutt'intorno (= 24)
Riga 20: 1 mb tutt'intorno (= 24)
Riga 21: *2 mb, 1 mb lavorando insieme 2 mb* tutt'intorno (= 18). Imbottite
Righe 22-23: 1 mb tutt'intorno (= 18)
Riga 24: *1 mb, 1 mb lavorando insieme 2 mb* tutt'intorno (= 12)
Riga 25: 1 mb lavorando insieme 2 mb tutt'intorno. Finite d'imbottire, tagliate e fermate il filo.

Per il picciolo:
Con il marrone:
Attaccate il filo alla sommità della pera e lavorate 6 mb.
Continuate a lavora 1 mb in ogni mb sottostante (= 6) fino a raggiungere 3 cm di lunghezza. Tagliate e fermate il filo.

Per la fogliolina:
Con il marrone:
Lavorate 10 cat.
Partendo dalla 2a cat dall'uncinetto, 2 mb, 3 ma, 3 mb, 1 mbss. Tagliate e fermate il filo. Cucite la fogliolina a metà altezza del picciolo.

Abbreviazioni: cat = catenella; mb = maglia bassa; mbss = maglia bassissima; ma = maglia alta.

venerdì 14 ottobre 2011

Fantasma all'uncinetto (amigurumi)

Perbacco! Ieri la mia zucchetta amigurumi è stata «visitata» 50 volte! Per me è un record, e vi ringrazio tutti: spero vi sia piaciuta. Questo mi fa pensare che Halloween si avvicina, e dunque perché non lavorare all'uncinetto anche un feroce, spettrale, cattivissimo fantasmino come questo?
 Come dite? Non ha per niente l'aria feroce? Be', in effetti avete ragione... È un buon fantasmino, tutto sommato, sempre sorridente e pulito. Però... a guardarlo bene... Non vi pare che abbia lo sguardo un po' furbetto? Mah... Noi, nel dubbio, cominciamo a confezionarlo; poi si vedrà! Eccovi le istruzioni, che ho tradotto da questo sito.


Testa e corpo:
2 cat.
Riga 1: 3 mb nella 2a cat dall'uncinetto.
Riga 2: 1 mb in ogni mb (= 3).
Riga 3: 2 mb in ogni mb (= 6).
Riga 4: 1 mb in ogni mb (= 6).
Riga 5: *2 mb in ogni mb* x 3 volte; 1 mb in ciascuna delle 3 mb rimaste (= 9).
Riga 6: *2 mb nella mb successiva, 1 mb nella mb successiva* x 3 volte; 1 mb in ciascuna delle 3 mb rimaste (= 12).
Riga 7: *2 mb nella mb successiva, 1 mb nelle 2 mb successive* x 3 volte; 1 mb in ciascuna delle 3 mb rimaste (= 15).
Riga 8: *2 mb nella mb successiva, 1 mb nelle 3 mb successive* x 3 volte; 1 mb in ciascuna delle 3 mb rimaste (= 18).
Riga 9: *2 mb nella mb successiva, 1 mb nelle 4 mb successive* x 3 volte; 1 mb in ciascuna delle 3 mb rimaste (= 21).
Riga 10: *2 mb nella mb successiva, 1 mb nelle 5 mb successive* x 3 volte; 1 mb in ciascuna delle 3 mb rimaste (= 24).
Righe 11-12: 1 mb in ogni mb (= 24). Ricamate gli occhietti (o cucite delle perline).
Riga 13: *1 dim, 1 mb nelle 2 mb successive* tutt'intorno (= 18).
Riga 14: *2 mb nella mb successiva, 1 mb nelle 2 mb successive* tutt'intorno (= 24).
Riga 15: *2 mb nella mb successiva, 1 mb nelle 3 mb successive* tutt'intorno (= 30).
Righe 16-19: 1 mb in ogni mb (= 30).
Riga 20: *1 dim, 1 mb nelle 3 mb successive* tutt'intorno (= 24). Cominciate a imbottire.
Riga 21: *1 dim, 1 mb nelle 2 mb successive* tutt'intorno (= 18).
Riga 22: *1 dim, 1 mb nella mb successiva* tutt'intorno (= 12).
Riga 23: dim tutt'intorno (= 6). Finite d'imbottire. Fermate e tagliate il filo.
Ricamate la bocchina.


Braccine:
2 cat.
Riga 1: 6 mb nella 2a cat dall'uncinetto (= 6)
Righe 2-5: 1 mb in ogni mb (= 6). Imbottite leggermente, se necessario. Fermate e tagliate il filo. Cucite le braccine al corpo del fantasmino.

Abbreviazioni: cat = catenella; mb = maglia bassa; dim = diminuzione (si lavorano 2 mb insieme).

domenica 9 ottobre 2011

Una passeggiata sul
Sentiero delle Anime

Oggi il Pupo e io siamo finalmente riusciti a «staccare» dal lavoro (e sì che era domenica!) e andare a farci la prima passeggiata in montagna dell'anno. Fare la prima passeggiata a ottobre significa esser stati proprio messi male col lavoro durante l'anno, ma non lamentiamoci: almeno questa volta ci siamo riusciti!


Il tempo è stato magnifico: fresco, ma soleggiato; verso la cima il verde dei prati ci si è presentato al meglio, mentre più in basso si camminava su un tappeto di foglie di castagno.

Qualche dato tecnico, per chi volesse cimentarsi nell'impresa:
• quota di partenza: 831 m
• quota della vetta: 1345 m
• dislivello complessivo: 550 m
• livello di difficoltà: E (= escursonistico privo di difficoltà)
• località di partenza: Traversella (TO)
• durata: 6 ore (compreso il tempo per scattare svariate foto, pranzo al sacco e mela di merenda; inoltre, tenete presente che io in discesa vado come una lumaca timida...).


Alcuni dati a mio parere utili: a Traversella di domenica ci sono un bar (con annesso bagno, che serve sempre) e un minimarket aperti; durante il percorso non si trovano fontanelle, quindi è bene partire già con dell'acqua; però c'è un rifugio.






Abbiamo seguito il percorso in senso orario. Nella prima parte si sale quasi sempre in mezzo a boschi, di castagni prima e di betulle poi, ma anche di noccioli. Dopo una mezz'ora si passa vicino a un rifugio. Cammina cammina (una bella salita!), siamo arrivati a Cappia, un bellissimo gruppo di casette di pietra da cui si gode una vista incantevole.


Si sale ancora, ma qui non ci sono più boschi bensì verdissimi prati, e si arriva a Piani di Cappia, un nucleo di casette purtroppo abbandonate. È un posto magnifico: qui abbiamo fatto una sosta per pranzare con un paio di panini, resi ancora più buoni dal paesaggio circostante e dalla consapevolezza di... essere arrivati fin lassù! A Piani di Cappia, inoltre, si trova una misteriosa incisione rupestre, uno strano omino ribattezzato subito dal Pupo «King Babaciu»; sarebbe l'ultima incisione del Sentiero delle Anime vero e proprio, ma per noi è stata la prima, dato che abbiamo percorso un anello la cui prima metà non fa parte del Sentiero, che abbiamo invece seguito a ritroso, da monte a valle. 


Da qui abbiamo quindi cominciato la discesa, lungo la quale abbiamo incontrato una decina di altre incisioni rupestri, tutte ben segnalate. La discesa per me è stata un po' ostica (come ogni discesa, d'altronde: preferisco le salite!), perché a ogni passo ho l'impressione che scivolerò; ma per fortuna non è stato così, e sono riuscita a ritornare al punto di partenza sana e salva (anche grazie al Pupo, che in moltissimi casi mi ha fatto da... bastone!).
E dunque, se vi va di farvi una bella passeggiata, non troppo facile ma nemmeno troppo impegnativa, finché il tempo tiene, questo è un percorso che vi consiglio: è veramente bello, tranquillo, fuori dal mondo. Come sempre, anche questa volta la montagna non mi ha deluso.



giovedì 6 ottobre 2011

Tazzina di caffè all'uncinetto (amigurumi)

UFF! E dopo tutto 'sto lavoro ho pensato bene di «riposarmi» facendo ordine tra le scartoffie e la contabilità. Adesso sono più stanca di prima. Mi ci vorrebbe un buon caffè... Ma no, che troppi caffè fanno male al pancino. 


Eh va be', dai: vorrà dire che mi consolerò con una tazzina di caffè «virtuale», cioè lavorata all'uncinetto.


Vi piace?
Non è difficile da fare. Eccovi le istruzioni.

Con il bianco:
2 cat.
Riga 1: 6 mb nella 2a cat dall'uncinetto.
Riga 2: 2 mb in ogni mb (= 12 mb).
Riga 3: [1 mb, 2 mb nella mb successiva] x 6 volte (= 18 mb).
Riga 4: [2 mb, 2 mb nella mb successiva] x 6 volte (= 24 mb).
Riga 5: [3 mb, 2 mb nella mb successiva] x 6 volte (= 30 mb).
Righe 6-11: 1 mb in ogni mb (= 30 mb).

Con il rosso (senza tagliare il filo bianco):
Riga 12: 1 mb in ogni mb (= 30 mb). Tagliate e fermate il fiilo.

Di nuovo con il bianco:
Righe 13-14: 1 mb in ogni mb (= 30 mb).
Arrivati alla fine della riga 14, eseguite 17 cat, attaccatevi con una mbss a metà tazzina, fate una mb nella tazzina e poi 1 mb in ogni cat fino alla 1a cat (quella sul bordo della tazzina) e terminate con 1 mbss sul bordo. Tagliate e fermate il filo.

Con il marrone:
Righe 1-5: come le righe 1-5 della tazzina. Tagliate e fermate il filo.

Con il beige:
30 cat. Tagliate e fermate il filo.

Ora imbottite la tazzina. Cucite la catenella beige al dischetto marrone, in modo da formare una spirale, e cucite il dischetto marrone all'interno della tazzina, più o meno all'altezza della riga rossa.
Buona pausa-caffè!

martedì 4 ottobre 2011

Zucca all'uncinetto (amigurumi)

E per rimanere in tema «zucche», eccovi lo schema per eseguire una bella zucca all'uncinetto, con la tecnica amigurumi.

 

Con l'arancione:
2 cat.
Riga 1: 10 mb nella 2a cat dall'uncinetto.
Riga 2: 1 mb in ogni mb (= 10 mb).
Riga 3: 2 mb in ogni mb (= 20 mb).
Riga 4: 2 mb in ogni mb (= 40 mb).
Righe 5-12: 1 mb in ogni mb (= 40 mb). Cominciate a imbottire.
Riga 13: lavorate 2 mb insieme tutt'intorno (= 20 mb).
Riga 14: lavorate 2 mb insieme tutt'intorno (= 10 mb).
Riga 15: lavorate 2 mb insieme tutt'intorno (= 5 mb).
Finite di imbottire e chiudete il lavoro.

Con il verde:
10 cat.
Riga 1: 1 mb in ogni cat a partire dalla 2a cat dall'uncinetto (= 9 mb)
Cucite il picciolo sulla sommità della zucca.

Abbreviazioni:
cat = catenella
mb = maglia bassa

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...